:: ParmAntifa 2.0 ::

Switch to desktop

.:: ParmaAntifa 2.0 :: Portale di informazione anticapitalista ::.

Ore 15
Apertura Festa
Mostre fotografiche sull'antifascismo parmense
Banchetti con libri e materiali di collettivi e associazioni del movimento antagonista
Ore 16
L'Oltretorrente di fronte al fascismo
Visita guidata a cura del Centro Studi Movimenti
Canti Sociali e di Lotta a cura del Coro dei Malfattori
"L'anatra, la morte e la neve" - spettacolo per bambini di Anticorpi Teatri
Ore 17.45
Dibattito pubblico sul movimento di lotta per la casa
Ore 20
Bicchierata antifascista
Ore 21.30
"Al forester" - Spettacolo teatrale sulla vita di Antonio Cieri, testo di Matteo Bacchini, regia di Savino Paparella

A cura del COMITATO ANTIFASCISTA "Agosto 22"
(in caso di maltempo la festa si terrà al circolo arci Zerbini in via Bixio)

Published in Appuntamenti
Read more... 0

SPA SOVESCIO presenta:

AGOSTO IN PELLICOLA - cineforum itinerante

giovedì 7 ore 21.00, Sovescio
"Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto"

giovedì 14 ore 21.00, p.le Matteotti
"Il fascino discreto della borghesia"

giovedì 21 ore 21.00, p.le Picelli
"Giù la testa!"

giovedì 28, ore 21.00, Parco Pio Montermini, quartiere Montanara
"Terra e libertà"

Published in Appuntamenti
Read more... 0

SPAZIO POPOLARE AUTOGESTITO SOVESCIO

via Bixio 61 - Oltretorrente - Parma

TUTTI I LUNEDI'

ore 20.30 corso di Boxe

LUNEDI' 11 agosto

ore 16.00 Mercatiniera

TUTTI I MARTEDI'

ore 19.00 corso di Muay Thay

TUTTI I MERCOLEDI'

ore 10/13 e 16/19 apertura Biblioteca e Infoshop

TUTTI I GIOVEDI'

AGOSTO IN PELLICOLA - cineforum itinerante

giov.7 ore 21.00, Sovescio

"Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto"

giov.14 ore 21.00, p.le Matteotti

"Il fascino discreto della borghesia"

giov.21 ore 21.00, p.le Picelli

"Giù la testa!"

giov.28, ore 21.00, Parco Pio Montermini, quartiere Montanara

"Terra e libertà"

TUTTI I VENERDI'

ore 19.00 corso di Brazilian Jujitsu

 

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Da una settimana mi trovo al campo profughi di Aida, alle porte di Betlemme, per partecipare al campo estivo per bambini in collaborazione con il centro ”Amal al Mustaqbal”. Scrivo queste righe perchè mi rendo conto che l’informazione (?) italiana nulla dice su quello che sta succedendo qui.
Innanzi tutto voglio sottolineare come tutti seguono con ansia e dolore la situazione a Gaza, ma soprattutto TUTTI sono fieri della sua resistenza. Non ho trovato NESSUNA PERSONA che criticasse Hamas o le altre fazioni.
Gerusalemme nella parte vecchia è una città fantasma; rarissimi turisti percorrono strade vuote con negozianti tristi per la situazione di Gaza e i mancati affari. Il silenzio inquietante fa da sfondo alla presenza massiccia dei soldati israeliani in tutta la old city.
Infine i campi prufughi: Aida come gli altri deve subire continue incursioni da parte dell’esercito sionista. Sono questi luoghi dimenticati da tutti (soprattutto dall’ UNRWA, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati) i bastioni della resistenza in Cisgiordania. Da una settimana che siamo qui ci sono stati scontri tutti i giorni. Ogni notte l’esercito prova ad entrare fronteggiato dagli shebab che in centinaia lanciano pietre, spesso mettendo in fuga i soldati che, seppur armati di tutto punto, non hanno neanche un decimo del coraggio e della motivazione della gente del posto. Quando terminano gli scontri la gente è intenta a ripulire il campo (in mezz’ora ritorna limpido) e a cercare di vivere dignitosamente. Tutti portano al centro Amal abiti, medicine e altro materiale da spedire a Gaza. In particolare, in pochi giorni si sono raccolte 10 pedane di acqua da inviare nella Striscia, anche perchè qua la mancanza di acqua la si conosce perfettamente.
L’ultima cosa che vorrei sottolineare è la presenza della polizia dell’ANP: imbarazzante!! La gente non li sopporta, non capisce che ruolo abbiano o, piuttosto, lo capisce perfettamente. Spesso sono davvero inopportuni. Ieri, ad un posto di blocco in cui ci hanno fermato, un ragazzo di Aida urlava in faccia al poliziotto: ”dove eri stanotte quando l’esercito è entrato ad Aida?”.

M. degli Shebab di Aida camp

Published in Internazionale
Read more... 0

Il Comitato Leggere tra le ruspe risponde alle dichiarazioni dell'Assessore alla Cultura dott.ssa Ferraris:

Gentile Assessore, se una cosa funziona bene lì dov'è, perché bisogna spostarla?
Il Centro Cinema Lino Ventura (alias Videoteca) è una importante struttura del settore culturale, funzionale ed efficiente, apprezzata dai cittadini e dagli insegnanti delle scuole di Parma.
Si trova dal gennaio del 1998  nella sede su via d'Azeglio dove dispone di un ingente patrimonio documentario (18997 audiovisivi, 2963 documenti sonori e 566 documenti digitali e 5418 volumi e opuscoli) e ora dovrebbe essere trasferita nei locali della Biblioteca Civica per fare spazio, si dice, ad un'altra Biblioteca al momento priva di sede adeguata, la Biblioteca di Alice.
Tra l'altro, Assessore, per Sua stessa ammissione, lo spostamento della Videoteca in Civica porrebbe il problema di dover spostare altri fondi bibliotecari da lì altrove, dal momento che la Civica ha seri problemi di spazio.
Pur essendo fermamente convinti  che la sede ottimale della Biblioteca di Alice  debba essere nel quartiere originario, il Pablo, ci chiediamo:  non avrebbe allora molto più senso spostare tale struttura provvisoriamente nei locali vuoti dell'Archivio Comunale a fianco della Videoteca, invece di generare un inutile e dispendioso vortice di spostamenti e sostituzioni?

Published in territorio-locale
Read more... 0

E' passato quasi un anno da quando abbiamo "inaugurato" il nostro primo calendario di iniziative a cui abbiamo dato il nome, un po' ambizioso, di Casa del Popolo Parma.

Scrivevamo ormai un anno fa "la Casa del Popolo vuole essere uno spazio di iniziativa culturale e politica, di confronto, di aggregazione, di solidarietà e socialità".
Sicuramente c'è tanto lavoro ancora da fare e tanti sono i progetti che ci aspettano nei prossimi mesi, intanto, ci piacerebbe passare con voi due giorni di festa, fra parole, balli, note e cene in compagnia.

IL PROGRAMMA:

Published in Appuntamenti
Read more... 0

La vicenda della speculazione mancata sull’Ospedale Vecchio di Parma è molto interessante, anche perché ha segnato una delle poche sconfitte  dell’arroganza  cementicola  di Ubaldi e Vignali, i quali  in quasi dieci anni di assalti a questo monumento rinascimentale non sono riusciti a portare a termine il programma di riqualificazione-devastazione così ben realizzato in altre vicende qui analizzate.
Di questa vittoria l’Ospedale Vecchio porta però i segni e le ferite: dal 2003 al 2011 l’Amministrazione Comunale  ha lasciato intenzionalmente  cadere a pezzi il complesso al fine di dimostrare la necessità della sua privatizzazione con la ridicola scusa che “non c’erano soldi per i lavori”, giusto mentre  - come abbiamo visto - centinaia di milioni di euro venivano letteralmente sputtanati  per le opere pubbliche più insensate e inutili che la storia di Parma dell’ultimo secolo  ricordi; inoltre non contenti di questo trattamento Ubaldi,  Vignali  e il suo assessore alla cementificazione  Aiello pensavano bene di sfregiare il complesso monumentale autorizzando la costruzione a soli 6 metri dalle sue mura di un parcheggio sotterraneo a tre piani sormontato da un edificio di altri due piani. (1)
Se l’Ospedale Vecchio non è stato privatizzato, sventrato e riempito di appartamenti di lusso, alberghi, ristoranti  e boutiques,  se non è stato distrutto nella sua identità storica come era nelle intenzioni (e come son riusciti a fare con la Ghiaia), buona parte del merito va alla battaglia di Arrigo Allegri e della sua Associazione Monumenta, attorno alla quale si è costituita una rete di intelligenze che nel corso degli anni ha saputo imbrigliare e sabotare il piano degli speculatori.

Published in territorio-locale
Read more... 0

Contro la guerra nel cuore dell'Europa, voluta dall'imperialismo USA e UE a fianco dell'Ucraina antifascista!

Un'iniziativa contro la guerra in Ucraina, a sostegno delle forze antifasciste, con proiezione di filmati e interventi; interviene in particolare Manlio Dinucci, saggista e giornalista del Manifesto esperto di problemi internazionali.

Mercoledì

ore 20.30

Piazza Giacomo Matteotti, Parma

Intervengono:

MANLIO DINUCCI, giornalista.
GIULIA BERDIBAEVA, cittadina dell'ex URSS.

Coordina:
PIER PAOLO NOVARI, Comitato Antifascista e per la Memoria Storica.

Aderiscono:

Partito della Rifondazione Comunista
Partito dei Comunisti Italiani
Coord. L'Altra Europa con Tsipras
Liberacittadinanza
Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia
Ass. Italia-Cuba circolo "Sanchez - Vertì"
Commissione Audit
SPA Sovescio
Rete Diritti in Casa
Insurgent City

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Un ciclo di video per conoscere meglio la storia dei movimenti sociali del nostro paese e degli USA, attraversando due decadi fondamentali per le lotte studentesche e operaie.
Apriranno il ciclo due documentari sulle esperienze dei WeatherMen e del Black Panthers Party, nate in contesti sociali differenti (i ghetti afroamericani e le università) ma entrambe all'interno della grande stagione di contestazione in USA che attraversò gli anni 60 e 70. Di particolare interesse sono le soluzioni e i programmi con cui questi due gruppi affrontarono questioni centrali per ogni movimento rivoluzionario: dall'educazione alla presa di parola degli sfruttati, dalla lotta contro la guerra e l'imperialismo USA fino alla necessità di pratiche di solidarietà attiva e di autodifesa dalle violenze poliziesche.
E' questo il filo ideale che vorremmo tracciare con i movimenti rivoluzionari italiani e gli eventi che li videro protagonisti proprio negli stessi anni. Nonostante la lotta di Liberazione dal fascismo, l'Italia non uscì dallo sfruttamento delle classi subalterne e conservò un apparato repressivo di stampo fascista; così una nuova generazione di studenti e operai cercò, attraverso nuove forme organizzative e pratiche di lotta, di riprendere un "rivoluzione interrotta". Per questo, nei due successivi incontri, attraverso il racconto di alcuni eventi, cercheremo di descrivere la complessità di quel lungo ciclo di lotte.
Nostro fine è quello di analizzare questi momenti storici, cogliere gli elementi di continuità con il presente, riuscire a rielaborare quegli esempi organizzativi e di lotta facendone tesoro nelle sfide che si pongono davanti a chi come noi ha l'esigenza e l'obbiettivo di un cambiamento radicale della società.

Domenica 22 giugno - ore 21.00
"The Weather Underground"

Giovedì 26 giugno - ore 21.00
"Seize the Time"

Giovedì 3 Luglio - ore 21.00
"Benny Vive"

Giovedì 10 Luglio - ore 21.00
"La cacciata di Lama"

Tutte le proiezioni si terranno presso lo Spazio Popolare Autogestito Sovescio, via Bixio 61, Parma

Organizzano: Insurgent City e Kollettivo Giovanile Autogestito

Published in Appuntamenti
Read more... 0

No Copyright - parmantifascista@autistici.org

Top Desktop version