:: ParmAntifa 2.0 ::

Switch to desktop

.:: ParmaAntifa 2.0 :: Portale di informazione anticapitalista ::.

In merito all'articolo della Gazzetta di Parma di oggi, 14 marzo 2015 a firma Chiara Pozzati.

Published in comunicati-locale
Read more... 0

La risposta all'articolo di attacco della Gazzetta di Parma nei confronti dello Spazio popolare autogestito Sovescio.

Quando IL BUE DICE CORNUTO ALL’ASINO...


Il signor Molossi dirige la Gazzetta di Parma giornale dell'Unione Industriali di Parma. Questo quotidiano, i suoi proprietari, il suo direttore, i suoi giornalisti sono stati compliciconsapevoli di tutte le porcherie, di tutte le schifezze, di tutti gli innumerevoli crack e delle ruberie realizzate in questi 12 anni che ci separano dal crack Parmalat, dal crack Guru, dal tracollo finanziario del Comune di Parma fino all'ultima incredibile frode realizzata dall'ex presidente Ghirardi e soci. La Gazzetta di Parma nel 2003 ha difeso Calisto Tanzi e il suo aiutante Tonna arrivando a censurare per tre giorni di fila la notizia del crack Parmalat, mentre tutti i giornali nazionali non parlavano d'altro. La Gazzetta di Parma fino al 2008 ha coccolato come un gioiellino e incensato in ogni modo possibile il signor Matteo Cambi, responsabile della bancarotta di GURU, individuo spregiudicato e rampante per non dir di peggio. La Gazzetta di Parma ha benedetto dal 2000 fino all'ultimo giorno la colata di cemento realizzata da Ubaldi Vignali e dall'Unione Industriali, costata al Comune un debito di 860 milioni di euro, censurando e tacitando nel contempo tutte le voci critiche che si alzavano contro il sistema di potere Ubaldi-Gazzetta-Unione Industriali. La Gazzetta di Parma infine non ha perduto occasione per esaltare acriticamente il signor Ghirardi, presuntomecenate bresciano accolto col tappeto rosso da Molossi e dai suoi pennivendoli, salvo poi quando le cose si son messe male, denigrarlo dalle colonne del quotidiano. Ma tutta questa marea di balle non provoca il minimo problema di coscienza ai disinformatori che lavorano alacremente in via Mantova per confezionare le nuove bugie da rifilare al credulone parmigiano. Molossi e company infatti sono specializzati anche nella ricerca di capri espiatori, di persone o situazioni scomodeda criminalizzare, falsi bersagli verso i quali indirizzare l’incazzatura popolare, costruendo campagne d'opinione forcaiole e martellanti. Il caso del Sovescio è uno di questi: l'odio viscerale che il signor Molossi nutre per questa realtàlo spinge fino al limite dell'idiozia e dell'autocontraddizione: infatti tra dicembre 2014 e gennaio 2015 la Gazzetta di Parma sviluppa una violenta polemica contro il trasferimento del Sovescio in via d'Azeglio presso la struttura degli ex Stimmatini, fomentando in tal senso tutti i gruppi di opposizione ai 5 Stelle. Più realista del re, il povero consigliere Pellacini dell'UDC giunge ad inoltrare un esposto alla Magistratura per bloccare l'atto di assegnazione degli ex Stimmatini al Sovescio. In effetti è quello che accade: il trasferimento del Sovescio praticamente si ferma a causa dell’esposto.A questo punto il signor Molossi – palesemente accecato dall'odio - inizia una campagna di stampa dai toniesattamente opposti, inveendo contro il Comune di Parma e l'assessore Rossi per il ritardo con cui il trasferimento non avviene!!!!

SE NON È PAZZIA QUESTA, COS'È???ECCO IL LORO LAVORO:

- Distogliere l'attenzione dai gravi problemi sociali della nostra città,

- Occultare le responsabilità proprie e dell'Unione Industriali nel disastro finanziario del Comune di Parma,


- Criminalizzare tutte le esperienze sociali non in linea col pensiero dominante

IL SIGNOR MOLOSSI È IL PERFETTO PROTOTIPO E CORIFEO DI UNA CLASSE DOMINANTE DI SCELLERATI E IRRESPONSABILI CHE CI GUIDA VERSO IL DISASTRO SOCIALE PROSSIMO VENTURO, INCURANTI DELLE CONSEGUENZE PER LE CLASSI POPOLARI


13 marzo 2015


Spazio Popolare Autogestito Sovescio

Published in Locale
Read more... 0

Giovedì 26 marzo 2015, alle ore 20.00 allo spazio occupato Sovescio

Incontro con Giuseppe Bucalo del Comitato Iniziativa Antipsichiatrica

L'esperienza antipsichiatrica siciliana, la più longeva fra le esperienze italiane, si è sempre caratterizzata per una forte vocazione pratica e un forte legame con il territorio di riferimento, elaborando strategie legali per difendersi dagli attacchi psichiatrici senza tralasciare il soccorso e l'accoglienza in favore di quanti si trovano sotto ricatto psichiatrico. Per questa attività abbiamo coniato il nome di "soccorso viola" mettendo insieme la necessaria tutela legale e l'altrettanto indispensabile supporto logistico a quanti si vogliono liberare dal controllo psichiatrico e autogestire la propria esperienza.

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Sabato 7 Marzo, h. 10.00 in Piazza Garibaldi, presidio antirazzista.

Piccoli camaleonti crescono. E per cambiar colore cambiano le felpe. E forse è proprio da questa considerazione che bisogna partire per capire cos’è successo sabato 28 a Piazza del Popolo. L’elemento che ha maggiormente colpito di questa trasferta romana della Lega è stato lo smaccato trasformismo degli irriducibili padani del ”Roma ladrona” tramutatisi improvvisamente in fan della città eterna. Nel corteggiamento nei confronti della capitale, da sempre identificata come il covo della corruzione e del malaffare, non è mancato “Roma è una città civile, una città stupenda, colorata, arrabbiata ma pacifica”. Ma l’improvvisa infatuazione capitolina altro non è che uno degli effetti del cambio di colore del camaleonte: autonomia, federalismo, indipendentismo padano, la demonizzazione di un Sud ozioso e parassita hanno strategicamente ceduto il passo ad un decisamente più funzionale nazionalismo, coltivato all’ombra delle Le Pen in fiore. Vuoi mettere la presa di un nero, di un maghrebino, di un musulmano come nemico da incoronare rispetto ad un insipido ”terun napoletano”? Bisogna stare al passo coi tempi, tendere l’orecchio al borbottio delle pance delle masse; e cosa vuoi che attecchisca di più nelle viscere di un italiano impoverito e frustrato dell’odio verso l’immigrato che gli ruba il lavoro? La ricetta vincente è scegliere un nemico più lontano e numericamente molto più consistente, affinché numericamente molto più consistente diventi anche il consenso politico e l’armata Brancaleone dei difensori della patria. Poi c’è l’Islam, che anche quello aiuta: basta fare un po’di gioco delle tre carte tra jidahisti, profughi e clandestini ed ecco che i barconi diventano agli occhi dell’italiano, già diffidente di suo, le navette del Califfato.
Nel gioco delle tre carte, il K.O Game e l’arrivo di 350 profughi che scappano dalle guerre si fondono creando il pretesto utile alla Lega per scendere in piazza, in una Parma che ormai è diventata un ”far west”, per reclamare sicurezza. Sicurezza che, secondo il buon Fabio Rainieri (segretario della Lega Nord Emilia), verrebbe messa a repentaglio dal bando pubblicato dalla prefettura per l’accoglienza di queste persone.
Consapevoli del fatto che alla base di una società sicura ci sia la giustizia sociale, non possiamo fare altro che scendere in piazza contro chi discrimina seminando odio e paura .
Chiediamo a gran voce che i fondi vengano investiti realmente nell’accoglienza senza dare opportunità agli speculatori di turno di arricchirsi sulla pelle di centinaia di uomini e donne; chiediamo, inoltre che il monitoraggio dell’ utilizzo di questi finanziamenti venga sottoposta alla supervisione dei progetti e delle associazioni antirazziste che da anni lavorano realmente con i migranti e le migranti.
Pertanto, invitiamo la parte giusta della città, quella antirazzista, antisessista, antifascista e solidale, a prendere parte al presidio di sabato sette marzo alle ore 10 in piazza Garibaldi.

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Pranzo Multietnico e Solidale!

Ci troveremo Domenica 1 Marzo dalle 12:30 per pranzare insieme in piazza San Giacomo (su via D'Azeglio) nel palazzo ex-stimmatini all'interno della campagna Oltretorrente libero e solidale.
Il menù comprende il miglior couscous rintracciabile sulla piazza emiliana, con ricetta tunisina e marocchina, piatti tipici albanesi ed africani. Non mancheranno piatti vegetariani e vegani.
Il costo sarà di soli 5 € (e se non te li puoi permettere mangi gratis!) e il ricavato andrà a sostenere le spese di lotta per la casa.

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Sfratti a Parma: settanta attivisti mobilitati, 4 famiglie non finiranno in strada

Parma – giovedì, 12 febbraio 2015

In via Umbria, in via Brescia, in via Imperia e in via Saffi. Quattro esecutuvi nei confronti di altrettante famiglie che stamattina avrebbero dovuto liberare gli appartamenti in cui si trovano in affitto, per morosità o per finita locazione.

Gli attivisti della Rete Diritti in Casa qualche giorno fa hanno lanciato il No Sfratto Day e stamattina più di 70 persone si sono mobilitate per cercare di evitare che le famiglie finissero in strada, condizione che con queste condizioni meteo non è certo delle migliori.

Stamattina, a partire dalle ore 8, gli attivisti della Rete Diritti in Casa si sono divisi nei vari appartamenti e sono riusciti ad ottenere quattro rinvii da parte degli ufficiali giudiziari, tre rinvii al 21 aprile e un rinvio all'8 aprile.

(da: http://www.parmatoday.it/cronaca/sfratti-famiglie-bambini.html)

Published in diritti-locale
Read more... 0

Con piacere annunciamo la seconda edizione di Parma BoomBap!

VENERDI' 13 FEBBRAIO

@Spazio Popolare Autogestito Sovescio

dj set dalle 22 (noi ci siamo già dall'aperitivo con un pò di buon sound!)

dalle 23 inizieremo fare sul serio con gli Mc's che infiamerranno il Posto :

Sysma DK & Andrès Garzòn + Ana (nuova leva dell' Arte del Beat Box!),

PROJECT HOPE_ XFETTO & ROCCO FREESTYLE (brotherz Over, Xfetto e Rocco! from Pr),

SDP Crew (Cecca & Il Biondo Freestyle Showcase!)

Mala Manera (HardcoreRapSince1998 AgrigentoSicilia),

per concludere il live : OPEN MIC / OPEN TURNTABLEZ!!!

la nottata proseguirà con selezione Reggae Dancehall e...SKA a cura di Dj Dj-Fast Mala-Manera

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Sabato 7 febbraio
ore 18.00
Corale Verdi - vicolo Asdente, 9

Assemblea pubblica

Art Lab e il quartiere Oltretorrente verranno inglobati in un mastodontico progetto di restyling edilizio: Master Town.
Il contenuto sociale e i progetti costruiti in quattro anni di vita verranno spazzati via per dare vita ad un albergo. Art Lab vuole proporre una sperimentazione diversa del vivere quotidiano.
Una realtà che contamina e si confronta con larghi pezzi della società, dai bambini ai migranti, dai vecchi abitanti del quartiere al flusso costante e fresco di chi sceglie oggi di vivere la nostra città.

RIQUALIFICHIAMO DAL BASSO L'OLTRETORRENTE
PROGETTIAMO INSIEME IL FUTURO DEL QUARTIERE
SPERIMENTIAMO AUTOGESTIONE
PRODUCIAMO E DIFFONDIAMO SAPERI, ARTE E CULTURA

Published in Appuntamenti
Read more... 0

Sabato 7 febbraio 2015 - ore 18.00
libreria Ubik, via Oberdan 4/c Parma (laterale di via Mazzini)

Il Circolo di Parma "Celia Sanchez - Marilisa Verti" dell'Associazione Nazionale di Amicizia Italia - Cuba, organizza:

"Talpe a Caracas" di Geraldina Colotti

Sarà présente l'Autrice
(corrispondente per l'America Latina de Le Monde Diplomatique e de Il Manifesto)

Porterà il saluto del Circolo Angelo Giavarini.

Published in Appuntamenti
Read more... 0

No Copyright - parmantifascista@autistici.org

Top Desktop version